Tutta questione di prospettiva

Nasciamo in famiglie che ci trasmettono dei valori, li confrontiamo con quelli dei nostri amici e quindi né eliminiamo alcuni, aggiungiamo degli altri. In una parola: cresciamo.

Una delle cose che non riusciamo a toglierci dalla testa è il materialismo. Pensateci: il compleanno, da bambini, è bello perché scartiamo i famosi regali. Stessa regola, per onomastici, anniversari, il Natale. È proprio di questa necessità di materiale che intendo, in qualche modo, parlare oggi che è il mio compleanno.

Una volta in un telefilm, Grey’s Anatomy, ho sentito una delle frasi più belle della mia vita. In un episodio la dottoressa Bailey spiega ad un paziente che per capire certe cose che ci accadono bisogna “fare un passo indietro e mettere tutto in prospettiva.”
Quella frase, per me, fu un fulmine a ciel sereno. Una vera e propria rivelazione, un mantra da seguire, un must da imparare.

Quando ci accade qualcosa di brutto, orribile o traumatico è difficile fare questo ragionamento ma, il tempo passa e quando la ferita guarisce tutto assumerà un senso, quasi tutto.

Ad ogni modo, come dicevo prima oggi è il mio compleanno e mentre girovagavo in casa rassettando ho fatto una riflessione. Da piccolo, come tutti i bambini, attendevo il compleanno con ansia perché volevo un regalo, desideravo stare al centro dell’attenzione quindi venne anche la “necessità” della festa di compleanno e il tutto è continuato a strappi fino al quinto liceo.
A quel punto è venuta l’università e mi sono trovato ad organizzare la mia festa di compleanno nella capitale. Dopo aver cucinato (perfino il dolce) e apparecchiato mi sono ritrovato a tavola con sole due persone che, fortunatamente, erano i miei due ex compagni di liceo nonché coinquilini. Fatto sta che la maggior parte dei miei amici per vari problemi mi diede buca.

Nonostante i miei due coinquilini ce l’avessero messa tutta (svegliandomi d’assalto a mezzanotte con torta, candelina e spumante) quel compleanno per me fu strano. Non solo erano mancati a quel pranzo alcuni dei miei più cari amici ma sentivo la mancanza della mia famiglia.
L’anno successivo mi ero riproposto di organizzare un nuovo pranzo a Roma ma poi mi sono detto “tornerò a casa e festeggerò in famiglia”.

Credetemi: ora ringrazio quel malinconico compleanno perché mi sono reso conto di una cosa. Non importa se festeggerai, se spegnerai le candeline, se riceverai un regalo. Non importa se scatterai foto; ciò che conta è trascorrere quel giorno circondato dalle persone che ami e che ti amano. Per voi sarà banale ma chi può dire di non pensare neanche un po’ al “chissà che mi regalano?”

In questo caso mi è tornata in mente la frase a cui alludevo prima. Crescendo ho quindi messo in prospettiva le cose ed oggi apprezzo la pizza che mangeremo questa sera; non importa se non ci saranno tutti, ciò che conta è che sarò al fianco dei miei nonni, i miei genitori, mia sorella.

Ripeto: potrà risultare banale ma per me Mettere in prospettiva è stata una svolta, come si suol dire.

Questo post sarà inutile ma oggi mi sento così saccente e mi andava di condividere questo nuovo aspetto della mia vita.Immagine

Annunci

2 pensieri su “Tutta questione di prospettiva

  1. melodiestonate ha detto:

    anche se è fine giorvnata,ti faccio gli auguri di buon compleanno.mi è piaciuto il post che hai scritto oggi……..sai da quanti anni non festeggio un compleanno?..da tanti…..prima delle amiche mi telefonavano per farmi gli auguri adesso non mi kiamano e mi lasciano gli auguri su fb……..è una cosa che non sopporto…….quest’anno ho festaggiato a giugno il mio compleanno su wordpress,ho scritto un post facendomi gli auguri da sola…….invece mi sono ritrovata dei blogger a festeggiare con me……..sono stata felicissima……..scusa se il commento è lungo………….un bacio sulla guancia……….Sara

    • giovannigiaccio ha detto:

      Ammetto che a me piace festeggiare, ma non per la festa in sé. Adoro condividere queste giornate con le persone a me care! Ti ringrazio per gli auguri! Ad ogni modo è andato tutto per il meglio e ho passato una serata con le persone che davvero desideravano festeggiarmi e augurarmi il meglio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...