Facciamo a gara: chi è più cretino, vince!

Sono una persona con una concentrazione tutt’altro che ferrea e, molto spesso, mi trovo a divagare. Posso partorire intere scena guardando un albero sfiorato dal vento. Mentre, per alcuni, tutto ciò può rappresentare un difetto, per me è una sorta di super potere. Da controllare, è chiaro! Non ci si può certo permettere di contare le piastrelle della cucina mentre si fa il ripasso “del giorno prima” (io l’ho fatto!).

Ad ogni modo, proprio grazie a questo cervello senza briglie oggi riflettevo sulla competitività. 

Da quando siamo bambini iniziamo a sfidarci: “chi arriva prima” o “chi arriva per ultimo”. Passiamo per i giochi più complessi come lo “Schiaccia sette”, “Palla avvelenata” ecc. cercando di guadagnare quella che i poeti, in passato, chiamavano la gloria terrena. Spesso, però, non ci rendiamo conto di giocare al: chi è più stupido?

Oggi, mentre guidavo, sono riuscito a mettere a fuoco ben due comportamenti per le ‘Olimpiadi del cretino’ perché, si sa, alla guida perdiamo tutti un quarto del nostro Q.I. Vi propongo perciò qualche esempio che ho costatato in questi quattro anni di patente.

Capita spesso di trovarsi sulle strade statali dove qualche avventuriero, proveniente da una rampa di accelerazione, decide di inserirsi sulla strada principale senza dare la precedenza. Come può Mr Idiot, evitare un incidente? Semplice: accelera a non finire in modo tale da poter sfrecciare dalla secondaria alla principale. Fin qui tutto ok se non fosse che Mr Idiot, una volta fatto il suo ingresso in pompa magna, decida di rallentare bruscamente.

Chi assiste a questo scenario, generalmente pronuncia una serie di insulti (che non scriverò) e poi è costretto ad adattarsi al passo di Idiot. A questo punto non resta che avere pazienza fino alla striscia discontinua quando sarà permesso sorpassare. Attenzione! Idiot tornerà a colpire. 

Infatti, quando ci si affiancherà alla vettura, Idiot deciderà di accelerare sempre più affinché la procedura di sorpasso risulti difficoltosa creando una situazione di disagio e pericolo. Ci si chiede: Ralph Winchester, perché fai questo? Ancora una volta la risposta è semplice: per amor della vittoria! Idiot non vorrebbe darvela vinta perché, è noto, in strada vince chi resiste!

Per questa stessa logica, non è inusuale che di notte, incrociando un altro guidatore, ci si trovi quasi ad accecarsi reciprocamente proprio perché disattivare gli abbaglianti vorrebbe dire non sostenere uno sguardo, come fanno gli animali quando sono in conflitto: chi distoglie lo sguardo è il perdente!

Insomma, dinanzi a situazioni come queste la sfiducia per gli esseri umani che provo è disarmante. Mi chiedo: sono le macchine a renderci così stupidi o siamo dopati di competitività? 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...