Adulatori di Salvini, al Sud. Una sola domanda: perché?

Scrivo questo post, sebbene mi renda conto che non conosco bene né la politica, né la storia dei partiti.
Voglio aggiungere, prima di cominciare, che non voglio essere populista (un termine rianimato da qualche anno e che ora compare come il sale a tavola) ma che -probabilmente- dirò qualcosa che si avvicinerà molto al populismo.
Infine, devo fare una premessa: non condivido la maggior parte degli ideali leghisti dunque credo che, si, non riuscirò ad essere obiettivo.

Bene, cominciamo.

È passato agli annali, l’ex presidente della provincia pentra, Luigi Mazzuto, iscrittosi al partito di Bossi. Alcuni ritenevano che il politico avesse optato per questo cambio per ragioni legate alla sua poltrona che sapeva avrebbe perso, visto il taglio degli enti deciso dal governo.

Così, quando la notizia fu diffusa, tutti gridarono allo scandalo. Tutti contro Mazzuto.

È passato del tempo e Salvini ha fatto una capatina mediatica qui, ad Agnone, nel cuore della provincia presidiata dal leghista Mazzuto. Infatti, a seguito di una protesta -gonfiata dai media locali- dei migranti ospitati da un hotel locale, Salvini era intervenuto con una serie di immagini diffuse in rete in cui il politico della Lega difendeva a spada tratta Agnone, con commenti poco lodevoli in una società civile.

Da quel momento, qualcuno ha iniziato a provare simpatia per il segretario federale del partito che, a detta di questi soggetti, sarebbe un personaggio “tutto sommato niente male”. A quel punto, io (nella mia ignoranza partitica) mi sono chiesto: ma siete così sicuri di voler ringraziare quest’uomo?

[Attenzione! Sto per passare al populismo] Intendo: credete veramente che Salvini e compari ci si filino a noi che siamo più a sud di Roma? Siete sicuri che non stia cavalcano semplicemente un fuoco di paglia per riaffermare la sua ideologia razzista?
Onestamente non tollero il razzismo ma non voglio disquisire, in questa sede, su questa piaga sociale (si il razzismo è una piaga sociale!) bensì vorrei soltanto far riflettere i miei concittadini che hanno scoperto l’affinità con certi ideali del carroccio.

Vorrei dire solo questo: stiamo parlando di un partito che reputa tutto ciò che è al di sotto della Padania pressoché inutile. Noi terroni (ah che bella parola! La metterei sul curriculum, se si potesse) siamo visti come una sorta di parassita che vive alle spalle del nord, una sezione d’Italia che, è noto, avere fabbriche avviate da operai del sud. Ma lasciamo stare e torniamo a monte. Insomma, se potessero segherebbero il vecchio stivale in due, spingerebbero le regioni che non gli servono al largo e ci lascerebbero morire di stenti.

Allora ripropongo la domanda: perché osannare Salvini? Perché appoggiare la Lega?

Se ci fosse qualcuno, pronto a sanare questa mia lacuna, vi prego mi contatti o commenti qui sotto perché la curiosità mi sta uccidendo tanto quanto è capace di fare l’ignoranza nel dichiarare certe cose sul Sud.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...