Se a spalare sono “loro”

Domanda: come reagireste voi se vedeste dei giovani, armati di pala, ripulire le strade cittadine, le scalinate delle chiese e i cimiteri?
Provo a rispondere io: «questa è la gioventù che ci piace» oppure «bravi! al posto di stare a casa, fate qualcosa» o, ancora, «fossero tutti come voi». Reazioni lecite, senza ombra di dubbio dunque mi chiedo: allora perché se a spalare è un ragazzo extracomunitario la situazione dovrebbe cambiare?
Perché un malese deve (si, qui la gente parla di doveri) ripulire le nostre strade?

Ti piace stare in Italia…
Questa è una delle risposte che qualsiasi connazionale affetto da una grave forma di ignoranza potrebbe dare. Per cui io di rimando chiederei: e a te? A te piace stare in Italia? Se si, perché non prendi una pala e cominci a dare una mano?

Già gli diamo da mangiare a ‘sti necri
Qui ribatterei con un: mio caro signore (o mia cara signora), sa il mondo è pieno di delinquenti che girano a testa alta e che, a volte, percepiscono sussidi di disoccupazione o pensioni di qualsivoglia tipologia perciò: se è vero che questi necri ciucciano denaro dalle casse pubbliche, non è forse vero che certi reietti fanno lo stesso?

Stanno buttati in mezzo ad una strada…
Vero! Talvolta bazzicano senza far nulla così come facciamo noi quando non abbiamo nulla da fare.

Potrei continuare all’infinito ma, davvero, non riesco a vedere quale sia la differenza tra Antonio, Paolo, Lucia, Francesca, Baba, Lamin, Happiness o chicchesia…

Tuttavia, oggi, ho scoperto che non è per tutti così. Infatti, leggendo un articolo ho potuto constatare che per alcuni sia ovvio che una persona, per il solo fatto di provenire da un paese che non sia l’Italia, ripulisca il paese. C’è stato addirittura qualche lettore che ha domandato all’autore: «dov’è la notizia»?

A queste persone io chiedo: dov’era la notizia quando avete idolatrato i giovani agnonesi che spalarono la neve nel 2012?
Ricordo chiaramente le reazioni dei cittadini e dei lettori che si congratularono con i volontari tra i quali mi ritrovai anche io (che poi scrissi l’articolo).

Qualche signora anziana, addirittura, avrebbe voluto darci una ricompensa economica. Noi non accettammo ma non posso fare a meno di pensare: se non avessi avuto niente, quel denaro l’avrei rifiutato? Uhm… Non credo.
Anzi sono sicuro di una cosa: se aveste poco più che un piatto di pasta, un solo jeans, un maglione e 2 euro e 50 al giorno, quei soldi li avreste accettati anche voi. Ammettetelo!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...