Santanchè, non è questione di “veicoli”

Inutile!
Ognuno di noi, nella propria vita, è circondato da persone di diversa matrice: quelli che fomentano e ti spingono a fare follie; quelli che ti cazziano dopo averle fatte e poi ci sono quelli che ti bloccano sul fatto e ti insegnano a riflettere o che ti portano a farlo.

A volte, tutte queste cose, possono succedere anche in rete. Leggiamo un post (o un tweet) e siamo guidati verso un certo tipo di ragionamento. Poi, a freddo, ci rendiamo conto che si tratta di un pensiero senza né capo e né coda. Il problema, però, sussiste quando scriviamo questa follia online. Perché si, in quel caso, la figura di merda resta!

Un esempio pratico? La faccenda “Santanchè”.
Per chi non lo sapesse, la donna avrebbe domandato alla rete quale fosse la nazionalità del pilota dell’Airbus protagonista del disastro Germanwings, insinuando che l’incidente potesse essere frutto di un attentato terroristico. Dunque: perché non domandarci se il pilota fosse di origini islamiche?
Chiaramente, in tal caso, lo avremmo dichiarato direttamente colpevole. Perché è così che funziona la giustizia (?) italiana… quando vogliamo! Vero?

Si tratta perciò una faccenda un poco spinosa davanti alla quale, ci si dovrebbe scusare motivando la sua inutile sparata sebbene non sappia quali spiegazioni potrebbe dare alla rete. Invece la Santanchè che fa?

Tweet SantanchèAbbozza un sorriso fingendosi auto-ironica e dicendo che è felice che un correttore automatico possa aver fatto ridere gli italiani (poiché lei aveva scritto autobus al posto di airbus).
Dunque, solo un po’ di ironia ma niente scuse ad un popolo che avrebbe indirettamente offeso. Bah…

Di tutt’altra matrice è il post a cura di Mauro Munafò che nel suo blog si è fermato a pensare e così facendo ha partorito un articolo in grado di riportare un po’ di calma nelle agitate acque della xenofobia attuale.

Capita dunque, come dicevo all’inizio, che ci siano fomentatori di folle (la Daniela!) e amici che ti dicono: “Aspè, ragioniamo…”.
Onestamente? Io ringrazio Munafò e vorrei che tanti leggessero più tweet e contenuti di questo tipo piuttosto che telegrafici testi populisti.

Annunci

Un pensiero su “Santanchè, non è questione di “veicoli”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...