Potrà mai il Touchscreen rimpiazzare la tastiera?

Screenshot_2016-01-30-20-05-0627 dicembre, domenica.
I miei nonni e mia cugina sono appena andati via. Non so che fare così decido di inoltrare con Wetransfer alcune foto a degli amici. Il pc carica in eterno (anche se sono solo 80 mega) così decido di andare a fare una doccia.

15 minuti dopo, sono al piano di sotto. Il portatile è spento. Provo a riaccenderlo. Il led si fa verde ma non sento alcun “tac“. Qualche secondo dopo lo schermo si illumina. E appare una strana faccina con un messaggio che mi dice – parafrasando: in malattia.

Mi lascio cadere sulla sedia. Tanto tuonò che piovve. Un incubo che diventa realtà: l’hard disk del mio portatile è andato. Qualche giorno dopo, i miei timori sono confermati. Di sei anni di vita rimane solo una cartella.

Decido di ordinare un nuovo hard-disk ma prima di farlo trascorre qualche settimana (diciamo tre). Non faccio in tempo a smontare lo sportellino, leggere le specifiche e cercarle su Amazon. Mi dico che per qualche giorno posso fare a meno del mio pc, anche se non ci credo. Quello che succede dopo me lo conferma: riscopro il blog, questo spazio in cui posso dire quello che voglio, come voglio. Non importa se venga letto oppure no! Posso dire la mia e posso farlo con lo strumento che preferisco: i testi.

Ad ogni modo, quando scrivo sono scomodo. C’è qualcosa che mi turba. È il touchscreen. Ho rimpiazzato momentaneamente il mio laptop con il tablet ma l’assenza di contatto con la tastiera toglie all’atto dello scrivere una spezia. Si! Quello sfregare, l’attrito tra la pelle e la plastica dei tasti è una sensazione che mi spinge a scrivere di più. Avete presente quando i primi articoli vennero pubblicati online? La gente diceva: «No! Io devo sentire la carta tra le dita, l’odore dell’inchiostro».

Anche io preferivo la carta (anche se sono un millennial, a quanto pare). Successivamente, ho scoperto la potenzialità del multimediale nel giornalismo. Mi sono convertito ed ora per me è normale, è preferibile, leggere online. Ma no! Devo scrivere toccando la tastiera. Non posso pigiare su uno schermo perché, oltre ad essere scomodo per i testi lunghi, come dicevo prima, è un atto freddo. Insomma: ci si adatta ma se posso scegliere, evito.

Non potevo però non chiedermi: e se noi (nati negli anni novanta) fossimo gli ultimi a preferire la tastiera al touchscreen?
All’apparenza non si tratta di un cambio epocale ma, a pensarci bene, nemmeno il passo tra t9 e tastiera qwerty sembrava troppo importante. Tuttavia, ditemi, c’è qualcuno che ancora pigia 2272 per scrivere casa?

 

Annunci

2 pensieri su “Potrà mai il Touchscreen rimpiazzare la tastiera?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...